Assicurazioni e congedi non retribuiti

Assicurazioni e congedi non retribuiti

A titolo informativo esponiamo alcuni ragguagli utili in materia di congedo non retribuito emerse nel corso delle nostre ultime ricerche.

In merito a tale argomento, va fatto presente che in primis andranno sempre visionate le informazioni contenute nei rispettivi CCL (se presenti). In secondo luogo andranno poi verificate le disposizioni vigenti per le varie assicurazioni a seconda dei rami di competenza.

Riassumiamo qui di seguito quanto emerso con riferimento ai singoli rami:

  • Assicurazione di malattia collettiva:

Di norma la copertura assicurativa viene mantenuta per un massimo di 6 mesi. In genere non è dovuto alcun premio e non sussiste il diritto alle prestazioni finché non si rientra dal congedo (è consigliabile verificare sempre le CGA).

  • Assicurazione LAINF:

Per legge, la copertura assicurativa contro gli infortuni non professionali termina il 31^ giorno dopo l’ultimo giorno di lavoro. Al termine di questo periodo gli infortuni non sono più assicurati.

È quindi opportuno stipulare un’assicurazione mediante accordo ai sensi della LAINF e beneficiare di una copertura assicurativa valida per massimo altri sei mesi (a partire dalla fine del 31^ giorno) contro il pagamento di un premio mensile. Le prestazioni sono le medesime dell’assicurazione LAINF.

  • Assicurazione Complementare LAINF:

Di norma, se il collaboratore stipula un’assicurazione mediante accordo ai sensi della LAINF, la copertura assicurativa è prolungata per una durata di 6 mesi al massimo, a partire dalla fine del prolungamento di 31 giorni.               Il congedo non retribuito deve essere comunicato alla compagnia prima del suo inizio.

La copertura assicurativa è concessa per la stessa durata di quella convenuta per l’assicurazione mediante accordo LAINF.

  • Previdenza professionale:

Il congedo ha in genere una durata massima di sei mesi e deve essere notificato per iscritto alla Fondazione dal datore. È comunque necessario verificare sempre con ogni singola Fondazione.

Alla luce di quanto sopra, di fronte ad una richiesta di congedo non retribuito, sarà quindi necessario approfondire il caso concreto con la rispettiva assicurazione ed informare il dipendente sulle conseguenze per le sue coperture assicurative.

Il nostro studio è sempre a disposizione per assistenza e supporto.